Viaggiare a Bologna le due torri Garisenda e degli Asinelli

Cosa visitare a Bologna una città incredibilmente bella e molto caratteristica che la distingue tra le città in Emilia Romagna , con le sue torri famose.

File:Bologna-SanPetronioPiazzaMaggiore1.jpg

 La Garisenda e degli Asinelli , erano strutture architettoniche del passato  con funzione sia militare sia gentilizia di origine medioevale, sono uno dei tratti più caratteristici della città.


Viaggiare a Bologna le due torri Garisenda e degli Asinelli

Tra il XII ed il XIII secolo il numero delle torri innalzate nella città era molto grande: in passato si è parlato addirittura di 180, ma si tratta di una sovrastima, nata da un'errata interpretazione degli antichi testi notarili.

File:Torre.04.jpg

Le  torri segno di riconoscimento della città di Bologna sono tutte e due inclinate,  Asinelli è la grande e Garisenda la piccola derivano dalle famiglie a cui  se ne conferisce la costruzione, fra il 1109 ed il 1119.


La mancanza di documenti rendono meno certa l'origine delle torri e le spiegazioni per cui furono costruite, si pensa che le famiglie più ricche, nel periodo di lotta per le investiture filo-imperiali e filo-papali, le adoperavano come mezzo di difesa. 


Con uno dei paesaggi urbani più grandi medievali dell'Italia è un accattivante insieme di mattoni rossi dati dai palazzi, le torri medievali e 40 km di portici ed arcate.





Cosa visitare a Bologna

 Bologna è una meravigliosa alternativa alle città più famose del nord Italia; ed è un attraente e animato luogo con una grande popolazione studentesca che le garantisce una vitalità che spesso manca in molte delle città più piccole emiliane.

Soprannominata la Rossa per i suoi edifici colorati è anche la sede dell'università più antica d' Europa.

  Bologna è famosa anche per la sua cucina.

E' anche considerata come una città moderna, molti italiani dicono che è seconda solo a Venezia in bellezza. Bologna con le sue torri medievali e non solo ha certamente uno dei centri più grandi e meglio conservati tra le storiche città italiane.
La sua architettura è nota per la sua tavolozza di terracotta rossa, arance bruciate, e giallo caldo, da cui il nome Bologna la rossa.

 Il centro della città è ampio, caratterizzato da chilometri di interessanti passaggi coperti, noto come "portici", è uno dei meglio conservati d'Europa.


 Un video in 3D che rappresenta come era Bologna ai tempi delle Torri.



Bologna è la città dei portici: oltre 38 km nel solo centro storico. 

File:Emilia Bologna2 tango7174.jpg

Si trovano in quasi tutte le vie del centro e la loro origine è in parte da attribuirsi alla forte espansione che ebbe la città nel tardo Medioevo, quando la città e la fiorente università divennero un polo ambito per studiosi e letterati di tutta l'Europa, ma anche per la popolazione proveniente dalla campagna.

Commenti

Post popolari in questo blog

Visit Venice where to stay in hotel

Nord Italia città e luoghi da visitare

Calcola distanza da Terracina Sperlonga e poi Gaeta

Information for a trip of 3 days in the city of Rome

Cosa visitare vicino frascati e ai Castelli Romani

Come visitare le località della costiera amalfitana